Svizzera

Svizzera

NOTA IMPORTANTE: Queste informazioni fotografano la situazione europea a settembre 2023. Si ricorda che per informazioni più specifiche e aggiornate sul singolo Paese è consigliabile contattare le organizzazioni locali.

Politiche vaccinali

In Svizzera non esistono vaccinazioni obbligatorie per i neonati.

Nel 2013, il 60% degli svizzeri ha votato una legge che permette alla Confederazione di ordinare una vaccinazione obbligatoria in caso di epidemia. Il 40% dei cittadini ha detto "NO" a questa legge e, in caso di necessità, la legge sarà certamente applicata senza alcuna severità. Purtroppo la maggior parte degli asili nido richiede la vaccinazione contro il morbillo e altri obblighi professionali sono ancora severi.


Scuola

In Svizzera i bambini non vaccinati possono frequentare le scuole elementari. La maggior parte degli asili nido chiede le vaccinazioni (morbillo e altre) e, nonostante sia una richiesta illegale, l'asilo nido può ancora decidere in autonomia e questo varia da luogo a luogo: ci sono asili nido (KITA) dove le vaccinazioni di base sono obbligatorie secondo la BAG, in altri no.


Homeschooling

L'istruzione parentale, Homeschooling, è possibile nella maggior parte dei cantoni, ad esempio, alcuni cantoni sono molto liberali e non richiedono nemmeno un certificato di insegnante da parte dei genitori, ma semplicemente la registrazione presso le autorità scolastiche. Alcuni cantoni, invece, consentono l'homeschooling sotto la supervisione dello Stato solo come eccezione. L'istruzione è regolamentata dai cantoni; pertanto, gli ispettori si recano in visita circa una volta all'anno per verificare se i bambini soddisfano gli standard stabiliti dal cantone.

Per maggiori informazioni vistita il sito dell'HSLDA.


Riconoscimento e indennizzo dei danni da vaccino

Le segnalazioni di reazioni avverse da parte di professionisti e consumatori vengono inviate ai sei centri regionali. I centri elaborano le segnalazioni e le inoltrano al centro nazionale di farmacovigilanza di Swissmedic. Quando un'industria farmaceutica segnala una reazione avversa, lo fa direttamente a Swissmedic.
In conformità alla nuova Legge sugli agenti terapeutici, entrata in vigore il 1° gennaio 2002, tutte le reazioni avverse gravi, sconosciute o non sufficientemente documentate, devono essere segnalate.

Ai sensi della Legge sugli agenti terapeutici, tutti i professionisti autorizzati a distribuire, somministrare o prescrivere farmaci sono soggetti all "obbligo di segnalare le reazioni avverse sospette.

Anche i consumatori hanno il diritto di segnalare gli eventi avversi ai farmaci. Un consulto con il medico di famiglia che porti a una segnalazione congiunta ha il vantaggio di fornire dettagli medici rilevanti, ma non è obbligatorio.

L'indennizzo delle lesioni da vaccino è regolamentato dalla Legge sulle epidemie: tuttavia, questa ha effetto solo quando le compagnie di assicurazione sanitaria e altri non pagano ed è limitata a un massimo di 70000 franchi ed è abbastanza inefficace.


Organizzazioni locali pro-libertà di scelta in campo terapeutico


Se trovi delle imprecisioni e vuoi aiutarci ad aggiornare la seguente scheda, scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ringraziamo EFVV per averci fornito le prime informazioni sulla situazione europea.

Obblighi in Europa

Obblighi in Europa
Clicca per scegliere lo Stato
Corvelva

Publish the Menu module to "offcanvas" position. Here you can publish other modules as well.
Learn More.

0
Condividi